Cure in ospedale

curaLifeline sostiene bambini malati di leucemia o tumore che provengono dai paesi più poveri dell’Europa dell’Est e dell’Asia Centrale, attualmente in particolare: Ucraina, Kyrgyzstan e Georgia.

PERCHE’?

Perché si tratta di Paesi in cui i bambini malati di leucemia o tumore non hanno accesso a cure adeguate e gli ospedali non sono attrezzati per eseguire interventi chirurgici risolutivi. Spesso in questi paesi la diagnosi di leucemia corrisponde a una sentenza di morte.

COME?

Di fronte a bambini con una diagnosi di leucemia o tumore, Lifeline:

  • trova un ospedale in Italia capace di prendersene cura, fino alla guarigione;
  • si assume la responsabilità di sostenere tutte le spese sanitarie necessarie – dai i cicli di chemioterapia al trapianto di midollo osseo; dalle visite specialistiche, all’acquisto di medicinali specifici;
  • si interfaccia con medici e infermieri per aiutare la famiglia a muoversi nel complicato mondo ospedaliero;
  • attraverso i volontari, assiste quotidianamente i bambini in ospedale aiutandoli a superare i momenti più difficili.