Leucemia Linfoblastica Acuta

ALL – Leucemia Linfoblastica Acuta è il tumore infantile più comune che rappresenta il 75% circa dei tumori. Nei paesi in cui operiamo circa il 75% dei bambini sono curati solo con la chemioterapia (in Italia quasi il 90%). In generale, Lifeline interviene solo nel caso in cui un bambino non abbia risposto positivamente alla cura con la chemioterapia e necessita di un trapianto di cellule staminali (SCT) come unica cura possibile. Stiamo quindi lavorando con il 25% di casi più difficili e resistenti ALL. Trapianto di cellule staminali STC (precedentemente chiamato Trapianto di Midollo Osseo), attraverso il quale il midollo osseo del paziente malato viene sostituito da cellule staminali del donatore sano. SAA (grave anemia aplastica)/MDS (sindrome mielodisplastica). Entrambe rappresentano le condizioni di insufficienza del midollo osseo nelle quali il midollo osseo non riesce a produrre abbastanza globuli bianchi, globuli rossi o piastrine. In assenza di trattamento il bambino muore inevitabilmente. Terapia immuno-soppressiva (IST): la causa dell’insufficienza del midollo osseo (SAA / MDS) è una reazione immunitaria mediata dai linfociti, in particolare i linfociti-T. La terapia IST sopprime queste cellule. La SAA può essere trattata con terapia immuno-soppressiva (IST), e 2 volte su 3 può essere guarita, ma c’è un rischio di ricaduta futuro quindi, se vi è un fratello compatibile, SCT è il trattamento preferito. La MDS è curabile solo con SCT.